Da che parte stanno Lega e Movimento 5 stelle? Che posizione intende assumere il Governo sulle provocazioni del cancelliere Kurz e sulle sempre più violente iniziative che mettono in discussione la sovranità italiana sull’Alto Adige e la dignità della comunità italiana in questa provincia?

Arriva in aula la mozione sottoscritta dall’intero Gruppo di Fratelli d’Italia, dal capogruppo Francesco Lollobrigida alla Presidente Giorgia Meloni che impegna il  Governo italiano ad assumere immediate iniziative per ottenere il pieno rispetto da parte del Governo austriaco della «quietanza liberatoria» con cui fu definito il quadro limite entro cui esercitare le funzioni di tutela delle minoranze di lingua tedesca e ladina dell’Alto Adige e che escludeva in modo assoluto da parte dell’Austria rivendicazioni territoriali e di status giuridico sugli abitanti della provincia italiana di Bolzano, sia per il presente che per il futuro, ed individuava nell’autonomia lo strumento definitivo di composizione della vertenza internazionale fra le due Repubbliche e ad  adottare nei confronti delle autorità austriache iniziative concrete volte a tutelare l’integrità nazionale italiana e la minoranza italiana dell’Alto Adige di fronte al rafforzarsi in Alto Adige di tendenze dichiaratamente secessioniste ed antitaliane alimentate anche da quelle che appaiono ai firmatari del presente atto di indirizzo improvvide iniziative legislative austriache fondate sulla base di una discriminante «etnica».

La mozione è stata presentata dopo le dichiarazioni ufficiali da parte di rappresentanti del Governo e del Parlamento austriaco in merito alla prossima discussione di una proposta di disegno di legge per la concessione della cittadinanza austriaca ai cittadini italiani di lingua tedesca e ladina residenti nella provincia già autonoma dell’Alto Adige;

Sul documento verrà chiesto il voto, quindi ciascuna forza politica dovrà chiaramente dire da che parte sta. Sarà discusso alla Camera domani 25 settembre.