“Da fonte Rai Regione si apprende che i parenti di una donna di 90 anni, ricoverata in reparto geriatria, presumibilmente entrata in contatto con il coronavirus e deceduta domenica sera al San Maurizio di Bolzano, avrebbero avuto la notizia quattro giorni dopo il decesso all’ennesima telefonata per ricevere informazioni.Ho presentato un’interrogazione in provincia per sapere se effettivamente si sia verificato il ritardo nella comunicazione, quale sia la causa di questa grave mancanza e quanto tempo sarebbe trascorso ancora se non ci fosse stata la sollecitazione dei familiari ad avere notizie della propria congiunta”. A dichiararlo è il Consigliere provinciale e regionale de L’Alto Adige nel Cuore-Fratelli d’Italia.