Manca l’assessore alla scuola Tommasini e il disegno di legge che prevede la stabilizzazione dei precari non può essere votato. Seduta della I Commissione legislativa rinviata oggi pomeriggio.

Il disegno di legge lo avevo presentato per risolvere definitivamente l’annosa questione dei precari della scuola garantendo un potenziamento degli organici accompagnato da un allargamento di progetti didattici offerti dalla scuola italiana in Alto Adige.

Va ricordato: la provincia di Bolzano è l’unica in Italia in cui non c’è stato il passaggio in ruolo dei precari come deciso dalla “Buona scuola” nazionale (solo oltre 50 mila assunti a Ferragosto, in tutta Italia, Alto Adige escluso).

E i precari (quasi una ottantina, ora) sono rimasti sospesi: vietato per loro rientrare nei ruoli nazionali ma strada bloccata alla stabilizzazione a livello locale.

Se ne doveva discutere oggi con l’assessore che, unico, può decidere di sbloccare la situazione, ma l’assessore non si è presentato.

E così la Commissione ha deciso all’unanimità di rinviare la votazione a dopo l’audizione dell’assessore, ad ottobre.

E intanto il tempo passa.

Alessandro Urzì