BUONA SCUOLA, URZÌ: DA TOMMASINI SOLO UN’OPERAZIONE DI FACCIATA

Il problema è sempre lo stesso. Le promesse che erano giunte dall’assessorato alla scuola di Tommasini per l’inclusione degli insegnati precari sono state largamente disattese. La legge, impugnata dal Governo sulle questioni che già all’esame in Consiglio provinciale erano apparse poco chiare, poteva fare solo una cosa buona, ovvero l’assorbimento dei precari e non l’ha fatta