PERCHE’ NON è STATA ALLESTITA UNA NAVETTA GRATUITA ?

La chiusura della statale 12 poco a monte dell’ingresso dell’A22 a Bolzano nord sta creando gravissimi disagi alla popolazione dell’intera vallata, sino a Ponte Gardena, ma in particolare alla popolazione di Prato Isarco rimasta chiusa in un imbuto che obbliga a percorrere quasi 50 chilometri al giorno per riuscire a raggiungere il capoluogo distante altrimenti solo una manciata di chilometri.

I lavori sono strettamente necessari, si è detto, ed urgenti.

Ma pare sia mancata una adeguata informazione preventiva che potesse permettere alla popolazione di riorganizzare la propria settimana di lavoro e gli impegni personali.

Riteniamo che in casi come questi possa essere opportuna maggiore flessibilità e capacità per esempio di predisporre (con l’ausilio economico anche della Provincia) servizi straordinari come la messa a disposizione di navette gratuite o l’allestimento, nonostante tutte le difficoltà tecniche ed antiinfortunistiche relative, di una fermata straordinaria alla stazione ferroviaria di Prato Isarco.
Chiederò ragione di queste mancanze di attenzione e delicatezza all’assessorato ai trasporti.

Allo stesso modo si richiede da subito che sia data una informazione certa sul momento della riapertura della statale: è stata annunciata per il 23 settembre, ma mancano ancora conferme ufficiali.

Alessandro Urzì
Consigliere provinciale l’Alto Adige nel cuore