“Questa mattina ho incontrato il commissario provinciale della Lega in Alto Adige Maurizio Bosatra. Comune la sensibilità: obiettivo sarà, in questa nuova stagione politica che ci avvia alle elezioni comunali, sostituire l’attuale sindaco di Bolzano e la sua maggioranza con una nuova, espressione del cambiamento. Il recinto dal quale si dovrà partire (questo l’oggetto oggi del confronto) dovrà essere evidentemente quello delle coalizioni che governano già moltissime amministrazioni locali e regioni del Nord, come Veneto, Lombardia, Liguria ed ora Piemonte, ossia Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia e civiche chiaramente collocate. Ovviamente in questa campagna comune che si sta avviando una forza determinante a sostegno di un progetto unitario sarà quindi anche L’Alto Adige nel cuore che mi onoro, assieme a Fratelli d’Italia, di rappresentare già in Consiglio provinciale”, ha dichiarato Alessandro Urzì.

“Il commissario provinciale della Lega ha dimostrato una disponibilità ampia, sincera ed apprezzata ad una collaborazione sulla base della chiarezza ma soprattutto della concretezza. Ne ho apprezzato la decisione e la determinazione. Ovviamente non si è fatta alcuna discussione su nomi di potenziali candidati sindaci, pur condividendo la necessità di condividerne la scelta, mentre una parte importante la dovrà avere anche la scrittura del programma per un profondo rinnovamento della amministrazioni comunali, a partire da quella del capoluogo”, ha proseguito Urzì.

“Al Commissario Bosatra ho presentato la volontà di mettere in campo le migliori energie per portare il vento del cambiamento, in un rapporto di leale collaborazione anche nei comuni dell’Alto Adige fuori dal capoluogo, confermando lo schema di alleanza al quale abbiamo convintamente e direttamente partecipato, a Laives. Delicata e importante per esempio sarà la partita da giocare su Merano. Le ultime sciagurate vicende legate alla Solland Silicon hanno dimostrato la totale inadeguatezza della maggioranza cittadina e del sindaco verde Roesch cui fa il paio la richiesta da parte dell’assessore PD Zanella di convocare un consiglio comunale straordinario (quasi non fosse al governo della città)”, ha aggiunto Alessandro Urzì.

“Di ciò non si è ancora in alcun modo parlato ma è certo che il tema del rinnovamento anche a Merano sarà presto oggetto di un approfondito ragionamento. Si è condivisa in ogni caso la esigenza di fare in fretta, di decidere per tempo. E ciò per rispetto dei cittadini/elettori che si aspettano dal Centrodestra e la Lega grandi cose. Nessuna decisione, da parte nostra, sarà assunta prima di non averne discusso al nostro interno, con la Lega e di non avere ricercato una più ampia intesa anche con Forza Italia e le espressioni civiche da sempre gravitanti sul Centrodestra”, ha concluso il Consigliere provinciale Alessandro Urzì.