E’ data per sorprendente la notizia che sindaco e vice sindaco sono contemporaneamente in ferie per alcune settimane. Soprattutto perché appena insediati ed anche perché non appare accettabile un simile esempio nei confronti di tutto il personale comunale.

Noi di Alto Adige nel Cuore pensiamo che dobbiamo abituarci a queste sorprendenti notizie, non soltanto per la natura del personaggio ancora sconosciuto che ha conquistato la carica di sindaco, ma soprattutto per il coacervo di differenze politiche che indubbiamente caratterizza questa giunta comunale. Differenze che troveranno la loro manifestazione acuta quando il sindaco vorrà fare il sindaco pur essendo in minoranza, quando la SVP vorrà riprendere in mano la leadership persa, quando Zaccaria vorrò dimostrare che conta qualcosa in Giunta. Per non parlare poi della necessità del PD di esprimere “qualcosa di sinistra” o a proporre “qualcosa” che sia politicamente qualificante.

Andremo avanti di sorpresa in sorpresa: dai migranti alloggiati senza preventivo accordo, alla prostituzione che infastidisce diverse strade e quartieri, all’accattonaggio dilagante. Una sorta di povertà e di sfruttamento, che in questo scorcio di estate rovente, fanno da cornice ad una Merano che aspira, con grande speranza, ad essere rappresentata come La Perla dell’Alto Adige.

 

Per il Coordinamento per Alto Adige nel Cuore Merano

Carmelo Caccamo