Il piano di investimenti addirittura miliardario per la viabilità a Bolzano è la più colossale presa in giro della coppia Pd – Svp di Bolzano e in Provincia nei confronti dei cittadini del capoluogo e di Laives. A sostenerlo è Alessandro Urzì, Consigliere provinciale de L’Alto Adige nel Cuore.

“Cinque anni di silenzi e a trenta giorni dal voto Caramaschi , Tommasini e Kompatscher se la inventano grossa, disegnando sul plastico circonvallazioni, tunnel, ponti, spostamento dell’autostrada, raddoppi delle strade, e chi più ne ha più ne metta. Poi si scopre che i finanziamenti non ci sono ancora, che l’ A22 non si sa come spostarla, che le scelte sull’arginale sono ancora da prendere… tutto questo è insopportabile, ma soprattutto incredibile e offensivo nei confronti del buongusto dei cittadini elettori”, ha dichiarato Urzì.

“Con un allarme speciale per Laives perché si riaffaccia il rischio, a suo tempo ventilato dal sindaco Bianchi, che l’Autobrennero la si voglia spostare spaccando in due il comune, sventrando le aree verdi attorno alla città con una ricaduta negativa sull’intera Laives che non può essere affrontata con battute di sufficienza di Caramaschi, Tommasini e Kompatscher. Chiediamo che le carte siano messe in tavola smettendola di giocare sulla pelle dei cittadini di Bolzano e Laives”, ha concluso Alessandro Urzì.