Esultiamo anche noi per la cattura del terrorista Cesare Battisti, ma chiediamo che la stessa determinazione nel pretendere Giustizia sia garantita verso i criminali che hanno seminato di bombe e lutti l’Alto Adige ad iniziare da Heinrich Oberleiter, uno dei cosiddetti quattro bravi ragazzi della Valle Aurina.

Le autorità italiane hanno da anni dimenticato i latitanti italiani riparati in Austria e Germania e che per anni hanno potuto godere di impunità e spesso anche onori, mentre il conto con la Giustizia italiana e le vittime delle loro gesta è rimasto non pagato.

Ora, dopo l’arresto di Battisti, si deve pretendere dall’Austria la riconsegna di Oberleiter e di ogni altro colpevole di reati infamanti e atti di terrorismo antitaliano che va perseguito con i medesimi strumenti messi in campo verso Battisti.

Rivolgo questo appello in modo particolare al Governo di Cinque Stelle e Lega. Un diverso metro di comportamento e giudizio sarebbe incomprensibile.

Lo ha dichiarato il consigliere regionale e provinciale de L’Alto Adige nel cuore – Fratelli d’Italia Alessandro Urzì