LA MANCATA RIDUZIONE DEL PRESIDENTE E DELLA GIUNTA PROVINCIALE

++ FINANZIAMENTO PROVINCIALE PUBBLICO AI PARTITI E INDENNITÀ PAZZE DELLA GIUNTA PROVINCIALE, SVPD DECIDE DI EVITARE IL VOTO, SILURATO ODG DI URZÌ ++

Rinviando il disegno di legge sui tagli delle indennità dei componenti della giunta provinciale in Commissione legislativa (evitando così di rispettare i parametri fissati a livello nazionale e applicati in tutta Italia, così come nel vicino Trentino) si è deciso di non decidere.

Un colpo basso inaccettabile. Bastava discutere gli emendamenti presentati e votare la legge togliendo tutto quello che non era mai stato discusso con i gruppi consiliari e che perlomeno L'Alto Adige nel cuore non aveva mai chiesto né voluto, ossia i bonus premio per presidenti di commissione e capigruppo. Una pioggia di denari per tutti con i quali si voleva comprare il voto favorevole del Consiglio (e anche delle opposizioni) sulla rimodulazione delle indennità della giunta.

La decisione venuta dalla #Svp di rinviare tutto alla Commissione (e quindi di non votare) è arrivata scandalosamente questa mattina dieci secondi (proprio 10 secondi) prima di discutere il mio ordine del giorno che faceva chiarezza assoluta e che la maggioranza SVPD non voleva assolutamente votare tanto da farlo decadere con questo escamotage. L’ordine del giorno diceva due cose semplicissime: parliamo, come ci viene richiesto da tre anni, solo di indennità della giunta, tagliandole come sono state già tagliate le indennità dei consiglieri, e diciamo una parola chiara contro l’ipotesi di un finanziamento provinciale pubblico ai partiti, altro tema affacciatosi minacciosamente e sul quale si è voluto fare cadere un velo di silenzio (ma ne ha parlato apertamente proprio oggi invece il capogruppo #Svp Steger discutendo il successivo ddl sui collaboratori dei gruppi).
SVPD sci ha impedito di decidere su questi due punti.

Alessandro #Urzì
Consigliere provinciale de L'Alto Adige nel Cuore

Provincia autonoma di Bolzano #AltoAdige #Kompatscher Arno Kompatscher #Bolzano #Provincia

Pubblicato da Alessandro Urzì su Venerdì 2 dicembre 2016