La Provincia sosterrà economicamente (decine di migliaia di euro) osterie e bar nei paesi dell’Alto Adige. Previsto un fiume di sovvenzioni. Chiesti da parte di diversi gruppi politici (fra cui il nostro) analoghi interventi per la piccola ristorazione e i punti di ritrovo popolari nei quartieri sofferenti ed economicamente depressi delle città, proposta però respinta.

“Se ne parlerà. Quando, non si sa. Era giusto pensare di preservare le nostre tradizioni in montagna ma dimenticare le città non è giusto. Forse anche discriminatorio”, ha dichiarato Alessandro Urzì, Consigliere provinciale de L’Alto Adige nel Cuore-Fratelli d’Italia.