Approvata a larga maggioranza (19 i sì) durante l’ultima sessione dei lavori del Consiglio provinciale la mozione di Alessandro Urzì che prevede l’obbligo che ogni prodotto commercializzato in Provincia di Bolzano riporti in etichetta le informazioni destinate ai consumatori e agli utenti anche in lingua italiana.

“Sembra paradossale– ha dichiarato Urzì – che in Italia si debba richiedere che un prodotto riporti le indicazioni anche in lingua italiana, ma l’intento della mozione è soprattutto quello di garantire efficaci e corrette informazioni a tutti i  consumatori, soprattutto per quello che riguarda prodotti alimentari o di particolare delicatezza d’suo perché  tossici o pericolosi”.

Nella presentazione della mozione Urzì ha fatto chiaro riferimento alla necessità di ribadire il valore assoluto del bilinguismo come sistema più efficace per la comunicazione dei cittadini in Provincia di Bolzano e all’approvazione di un’analoga mozione per garantire l’informazione in lingua tedesca sulle etichette.