Secondo il protocollo d’intesa siglato da Ministero della difesa e Provincia autonoma di Bolzano in Alto Adige  sono stati realizzati 162 nuovi appartamenti per militari, per l’esattezza 36 a Bressanone, 54 a Merano, 36 a Bolzano e 36 a Vipiteno. 18 ulteriori alloggi sono in corso di realizzazione in via Resia a Bolzano. Per la realizzazione di ulteriori unità abitative  il Ministero della difesa sta svolgendo uno studio volto all’individuazione delle aree più idonee.

Lo ha comunicato il Presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher rispondendo ad un’interrogazione di Alessandro Urzì.

Il consigliere provinciale di Alto Adige nel cuore – Fratelli d’Italia, ricordando che il Ministro della difesa on. Elisabetta Trenta in risposta ad un’interrogazione parlamentare aveva informato che è in fase di attuazione un protocollo d’intesa con la Provincia autonoma di Bolzano per la realizzazione di  nuovi alloggi per il personale delle Forze Armate, aveva chiesto  di sapere quali risultassero  essere le case militari che sono state o saranno oggetto di interventi di ristrutturazione e dove sarebbero  stati realizzati i primi nuovi alloggi secondo il protocollo d’intesa citato e dove saranno realizzati i successivi. Nella risposta all’interrogazione il presidente della Provincia Kompatscher ha aggiunto che nel periodo 2009/2010 erano stati ristrutturati 31 alloggi ripartiti tra Bolzano, Merano, Vipiteno, San Candido, Dobbiaco e Bressanone.

Come ha riferito in Parlamento il Ministro della Difesa Trenta, 800 risultano essere gli alloggi militare censii in Trentino-Alto Adige, di cui 287 in attesa di lavori di manutenzione, 72 già stati ripristinati e riassegnati. Il protocollo d’intesa con la Provincia autonoma di Bolzano prevede la realizzazione di 390 nuovi alloggi, di cui 180 saranno resi disponibili nei primi sei mesi del 2019,  e la ristrutturazione di altri 53, di cui 35 già ristrutturati e già disponibili per l’assegnazione.