“Sono qui con il Consigliere Alessandro Urzì di Bolzano perchè insieme vogliano testimoniare una forte contrarietà al testo della legge elettorale per cui oggi si vota la fiducia ed in particolare per le elezioni per il Trentino Alto Adige che prevede per l’Svp un numero predeterminato di senatori e deputati. Noi combattiamo questo meccanismo e siamo orgogliosi di portare avanti questa battaglia”. Lo afferma Ignazio La Russa, deputato di Fratelli di Italia conversando con i giornalisti insieme ad Alessandro Urzì di Alto Adige nel Cuore.

“Abbiamo chiesto alle forze politiche – prosegue Urzì – di accogliere il grido di dolore di una comunità e devo dire che solo Fdi ha risposto. C’era la necessita’ di avere un sistema proporzionale che tra l’altro e’ previsto per i collegi all’estero perchè con il maggioritario il 75% di popolazione tedesca decide i rappresentanti ed anche quello italiano e’ frutto dell’accordo tra Svp e governo”.

“La battaglia prosegue – sottolinea ancora La Russa – e noi guardiamo con attenzione al movimento L’Alto Adige nel Cuore non solo per la difesa territoriale ma anche a livello nazionale per una più forte e adeguata tutela degli interessi degli italiani”.