Limitazioni al traffico pesante in Austria, respinta a maggioranza una mozione presentata oggi in Consiglio provinciale da Alessandro Urzì. L’esponente di Fratelli d’Italia – L’Alto Adige nel cuore aveva chiesto un impegno concreto della Provincia a Roma e a Bruxelles per sollecitare le  autorità austriache a ritirare le limitazioni settoriali al traffico pesante entrate in vigore nel Land Tirolo lo scorso 1° gennaio.

Considerata l’importanza delle esportazioni non solo per l’Italia, ma anche per l’Alto Adige – ha ricordato in aula Urzì –  i nuovi divieti, che innalzano nuovamente confini che si credevano abbattuti definitivamente, non solo colpiscono le aziende di trasporto ma l’intera economia degli stati coinvolti.

I nuovi divieti in vigore infatti sono rivolti sia ai Tir in uscita dal territorio italiano che quelli in entrata nel nostro Paese al Brennero, mettendo a rischio l’intero interscambio tra l’Italia e l’Europa e creando degli ingiusti vantaggi per le aziende austriache, in quanto il divieto colpisce solo il traffico in transito.