Il consigliere provinciale dei Fratelli d’Italia – Alto Adige nel cuore Alessandro Urzì ha presentato quest’oggi un’interrogazione in Provincia per chiedere se non vi fossero alternative alla chiusura degli sportelli fino al prossimo 6 marzo prevista dalla direzione sanitaria dell’ospedale di Merano, che ha preferito invece puntare sul potenziamento del canale telefonico.

“Disagi inevitabili per chi si recherà nel nosocomio meranese per prenotare una visita – ha aggiunto Urzì – e che si troverà gli sportelli sbarrati. Problemi che si sommano alle interminabili code  che spesso sono segnalate anche quando il servizio al pubblico è aperto. Una situazione inaccettabile.

Nell’interrogazione Urzì chiede alla Provincia di dotare la Centrale di prenotazione del nosocomio meranese di più personale per garantire un servizio migliore e superare le difficoltà segnalate in questi giorni.