“La Lista Bizzo fa, attraverso i cugini trentini, la Tirolese… è con sempre più disorientamento che prendiamo atto dell’appoggio di Noi per l’Alto Adige, la creatura politica altoatesina dell’ex consigliere provinciale PD Roberto Bizzo, attraverso la costola trentina di Noi per il Trentino recentemente fondata, di affiancarsi al partito popolare trentino Tirolese, uscito dalla esperienza disastrosa di governo del Trentino con il PD di questi ultimi anni e che sino all’ultimo ha tentato di rilanciare proprio l’alleanza strategica con il PD per i prossimi cinque anni”, ha dichiarato Alessandro Urzì (L’Alto Adige nel Cuore).

“Il Partito popolare trentino Tirolese ha deciso di collocarsi ‘blockfrei’ per il momento solo dopo essere stato sedotto e poi abbandonato proprio dal PD. Una storia simile a quella di Roberto Bizzo, allontanato dal PD per costituirne poi l’alternativa, nella Sinistra più moderata”, proseguito Urzì.

“Ma il legame avviato con i ‘Popolari Tirolesi’ del Trentino ovviamente per un partito italiano dell’Alto Adige, come quello di Bizzo, crea nuovi imbarazzi. Già alleati storici della Sinistra negli ultimi quindici anni, costituisce un ennesimo allarme per l’elettorato altoatesino, che chiede di essere sottratto all’idea di doversi dichiarare “senza condizioni” addirittura TIROLESE, in Alto Adige, per… sopravvivere. Nein Danke!”, ha concluso Alessandro Urzì.