Da qualche settimana a Sinigo, gli abitanti della zona che va dalla via Fermi fino in piazza Vittorio Veneto riscontrerebbero un odore acre e fastidioso con conseguente bruciore agli occhi e alla gola e anche difficoltà respiratorie. Nei giorni scorsi le segnalazioni a riguardo avrebbero avuto cadenza pressoché quotidiana da parte dei residenti, preoccupati che i miasmi provenissero dagli impianti della fabbrica Memc/Ex Solland che si trova a poche decine di metri in linea d’aria.

Il Consigliere provinciale de L’Alto Adige nel Cuore Alessandro Urzì ha quindi presentato un’interrogazione urgente al Presidente della Provincia per sapere:
– se siano a conoscenza, direttamente o tramite l’Agenzia provinciale per l’ambiente, di quanto segnalato;
– se e quali accertamenti siano stati fatti per capire da dove derivi l’odore riscontrato ed in caso con quali risultati;
– se si possa escludere che vi siano rischi per la salute pubblica;
– quali interventi si intendano attuare per risolvere il problema ed evitare il ripetersi della situazione;
– se sia vero che all’ex Solland di Sinigo siano in corso le procedure per fare ripartire gli impianti, ed in caso di risposta affermativa se vi possa essere una correlazione con i miasmi segnalati dai residenti.