L’incidente mortale alla Sasa può ritenersi annunciato?

Il consigliere provinciale dell’Alto Adige nel cuore Alessandro Urzì ha presentato un interrogazione in Provincia per avere chiarezza su alcuni delicatissimi aspetti che risulterebbero essere stati oggetto recentemente di segnalazioni ufficiali da parte di dipendenti nei confronti dell’azienda.

In particolare sarebbe stato richiesto se lo spostamento dei mezzi durante le pulizie nella rimessa venisse svolto anche da personale privo di patente di guida per gli autobus, mentre si sarebbe evidenziata la pericolosissima contiguità fra le pompe del carburante e i quadri elettrici (che solo per un miracolo parrebbero non essere stati coinvolti nello scontro) e la pericolosa esposizione del locale per il riposo degli autisti alle manovre dei pesanti mezzi.

Nelle fotografie in calce si evidenzia come la eventuale presenza di persone nel locale riposo avrebbe potuto avere conseguenza ancora più gravi.

Esprimo la mia particolare vicinanza ai familiari della persona coinvolta nel drammatico avvenimento – ha dichiarato il consigliere Urzì –  confidando che sulla vicenda l’autorità giudiziaria faccia la massima chiarezza.