Ma è normale, come è accaduto oggi, che alla conferenza stampa del presidente della Provincia sull’emergenza Coronavirus sia invitato a partecipare, a cercare la sua vetrina, un senatore della Svp e solo lui fra tutti i parlamentari di tutti gli altri partiti? E’ chiaro il confine fra Istituzioni e partito ai vertici della Provincia?

A chiederselo è Alessandro Urzì, consigliere provinciale e regionale di Fratelli d’Italia-L’Alto Adige nel Cuore.

“Ormai l’approccio da elefanti nella cristalleria sembra diventato un metodo. Ho presentato una interrogazione per richiedere chiarezza su questa scelta di chiara preferenza politica che esclude le altre forze politiche pure rappresentate in Parlamento con una delegazione regionale”, ha dichiarato il cons. Urzì.

“Che ad una iniziativa di comunicazione istituzionale trasmessa dai canali You tube della Provincia si decida di affidarsi per offrire informazioni alla stampa ad un senatore di un partito della maggioranza (presentando quindi un solo punto di vista sulle decisioni del Parlamento e del Governo) ignorando tutte le altre rappresentanze è quantomeno sgarbato e irrispettoso, una lesione della etichetta istituzionale. Ne chiederò conto perché non risulta che ciò sia mai accaduto in precedenza”, ha aggiunto.