La Giunta provinciale ha finalmente deliberato la distribuzione dei sistemi per il monitoraggio continuo della glicemia, recependo in pieno una mozione di Alessandro Urzì (L’Alto Adige nel Cuore) approvata dal Consiglio provinciale più di un anno fa. La delibera numero 415/18 pubblicata oggi prevede infatti la distribuzione dei sistemi per il monitoraggio continuo della glicemia in nome e per conto dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige tramite le farmacie convenzionate in base a un apposito accordo che definisce le relative modalità e condizioni economiche da stipularsi con le associazioni sindacali delle farmacie convenzionate non appena entreranno in vigore i nuovi criteri per la concessione dei dispositivi medici alle persone affette da diabete.

Soddisfatto il consigliere dell’Alto Adige nel cuore: “Pur con un inspiegabile ritardo finalmente la procedura per la concessione gratuita dei dispositivi che permettono di superare la lancette pungi-dito sembra arrivata in dirittura d’arrivo. E’ un importante risultato che abbiamo perseguito con impegno proprio perché permette una qualità della vita decisamente migliore ai pazienti ed un controllo più accurato della glicemia, continuativa (escludendo rilevazioni in momenti di picco o di ipoglicemia che il sistema manuale comportava) con evidenti ripercussioni positive su quelle che sono le conseguenze della malattia quando non seguita adeguatamente. Ora ci auguriamo che la Provincia emani con urgenza anche i necessari criteri per mettere i dispositivi a disposizione dei pazienti. Ovviamente non abbassiamo la guardia”.