La bassa affluenza alle urne alle elezioni del Comitato di quartiere di Sinigo è responsabilità diretta dell’amministrazione comunale meranese  e del Sindaco Paul Roesch.  Il Comune per la scarsa se non inesistente pubblicità alle votazioni. Il Sindaco per  il suo atteggiamento a favore della chiusura degli impianti della Solland che ha tradito tutte le speranze di chi a Sinigo ci abita e ci lavora. Ma Sindaco e Giunta hanno anche la responsabilità politica di non aver saputo dare risposte concrete alla frazione per quanto riguarda i problemi di sicurezza e di degrado più volte lamentati dai cittadini che a più riprese hanno chiesto maggiori controlli da parte delle Forze dell’Ordine ed un posto fisso di Polizia a Sinigo.

Non a caso il Comitato uscente, prima di abbandonare in blocco, aveva manifestato la propria delusione verso l’atteggiamento troppo lontano dell’amministrazione comunale, che non ha mai creduto nella necessaria valorizzazione dei Comitati e del  loro ruolo per  promuovere iniziative e  segnalare le esigenze e le problematiche all’interno del quartiere. Il disinteresse del Comune di Merano per Sinigo è stato ribadito anche nella scarsa informazione riguardo queste elezioni: mentre per gli altri Comitati sulle pagine del sito internet del Comune erano pubblicati i nomi dei candidati e le modalità di partecipazione al voto, per Sinigo solo un trafiletto oltre un mese prima del voto sulla possibilità di presentare le candidature. Poi il silenzio assoluto.

Con queste premesse era difficile crederci e mettersi in gioco. Ciononostante la squadra che affianca Paola Zampieri, attivista di Fratelli d’Italia, non a caso la più votata anche in questo ambito, ha raccolto il testimone con la consapevolezza che fosse giunto il momento di fare qualcosa di concreto, riportando Sinigo al centro dell’attenzione e riavvicinare i cittadini all’impegno sociale in vista delle importanti scadenze elettorali dell’anno prossimo. Oltre a Paola Zampieri rileva l’elezione di Melanie Franzelin, anche lei attivista di Fratelli d’Italia, che dopo anni riporta un rappresentante del Gruppo linguistico tedesco all’interno del Comitato.

Lo ha dichiarato il consigliere provinciale di Fratelli d’Italia – Alto Adige nel cuore Alessandro Urzì.

Questi i risultati delle elezioni:  Antuono  Davide voti 19, Bargone Elena Paola voti 14, Castellana Tania voti 20, Cortesia Pietro voti 19, Franzelin Melanie voti 29, Gregorich Nicole voti 9, Morelato Viviana voti 30, Nicolini Liliana voti 26, Pinto    Michele voti 23, Zampieri Paola  voti 48.