Lo svuotamento delle cisterne di triclorosilano sta procedendo secondo le norme di sicurezza previste dalla legge Seveso? 

Lo ha chiesto oggi il consigliere provinciale di Alto Adige nel cuore – Fratelli d’Italia Alessandro Urzì che ha presentato un’interrogazione urgente al Presidente della Provincia Arno Kompatscher. Il timore è che Ecocenter non stia rispettando i protocolli di sicurezza previsti dalla normativa vigente, soprattutto per quanto riguarda lo svuotamento delle cisterne attualmente in corso. 

Come denunciato dai sindacati a partire da ieri mattina nello stabilimento di Sinigo non sarebbe più garantita la sicurezza, in particolar modo durante le ore notturne quando gli impianti sarebbero presidiati dai due soli operai presenti all’interno della fabbrica.  Le conseguenze sui dipendenti e sull’intera cittadinanza del burgraviato in caso di fuoriuscita di sostanze tossiche sarebbero devastanti. Nell’interrogazione Urzì chiede di sapere quali provvedimenti urgenti la Provincia intenda adottare per garantire la sicurezza degli impianti e della popolazione e se non si ritenga opportuno sospendere ogni movimentazione di sostanze chimiche sino alla normalizzazione dei rapporti con le maestranze. A tal riguardo Urzì ha anche annunciato la presentazione di un Ordine del giorno alla Legge finanziaria  oggi in discussione in Consiglio provinciale.