Il Comune di Bolzano non ritiene percorribile l’ipotesi della creazione di una bretella a sud di via Resia parallelamente alla linea ferroviaria al fine di alleggerire dal traffico l’asse di via Resia e permettere un collegamento più rapido alla spaghettata e quindi alla rete di comunicazione con Merano, il centro e l’A22. Nei piani di mobilità (PUM e PUT) e nel piano urbanistico (PUC) tali interventi non sono previsti.

Lo comunica l’assessore provinciale alla viabilità Florian Mussner rispondendo ad un’interrogazione di Alessandro Urzì.

In alternativa – prosegue Mussner – il Comune, per affrontare il tema della densità urbanistica dell’area attorno a via Resia, provvederà a potenziare il trasporto pubblico aumentando il numero dello corse degli autobus e lo studio delle linee di un tram cittadino. È previsto inoltre il potenziamento della rete di piste ciclabili.

Come richiesto da Urzì – conclude Mussner nella sua risposta – l’amministrazione comunale del capoluogo promuoverà nel prossimo futuro incontri nei vari quartieri-circoscrizioni con serate informative sulle mobilità.

Via Resia a Bolzano – scrive Urzì – sta tornando ad essere un’arteria sovraccarica di traffico di attraversamento. Nel passato la creazione del tunnel sotto Castelfirmiano e della superstrada era sembrato potessero restituire alla strada in questione un carattere maggiormente residenziale. Questa illusione è durata pochi anni.

La creazione di nuovi grandi quartieri alle spalle dell’asse verso i fiumi – prosegue Urzì –  ha riportato traffico e intasamenti ma anche inquinamento e pericoli. Quello che è mancata in questi ultimi anni è la programmazione urbanistica.

Così ci siamo trovati di fronte ad una città cresciuta senza assi stradali adeguati a sopportare il traffico. C’era il progetto, poi sospeso, della costruzione di un ponte nella zona della spaghettata che raggiungesse l’altra sponda del fiume, per alleggerire il traffico verso via Resia. E così  i problemi – conclude Urzì – sono rimasti. Ecco il perché della nostra proposta, su indicazione di diversi cittadini, della creazione di una “bretella” di collegamento alla superstrada “Bolzano/Merano” che possa correre parallelamente alla stazione ferroviaria di Casanova e che alleggerendo il traffico di attraversamento del quartiere crei un nuovo sbocco. Ma per Provincia e Comune di Bolzano non sono una priorità, informa l’assessore Mussner.