Misure di mitigazione dell’inquinamento acustico per il quartiere Casanova.

È  quanto richiede alla Provincia il consigliere provinciale Alessandro Urzì che nei giorni scorsi ha presentato un’interrogazione per sollecitare alcuni interventi a riguardo.

“Le notizie di un prossimo potenziamento  della linea ferroviaria tra Bolzano e Merano che con una corsa ogni 15 minuti diverrà a tutti gli effetti una metropolitana di superficie sono particolarmente positive – ha commentato Urzì – perché permetteranno di cambiare volto ad una realtà periferica agevolando il decentramento di attività e servizi amministrativi. Ma nello stesso tempo sarà necessario prevedere i necessari interventi per garantire i residenti dall’inevitabile aumento delle emissioni acustiche.”

“Già ora – aggiunge Rosanna Oliveri che ha proposto l’iniziativa –  chi abita a Casanova segnala rumori piuttosto intensi sia di provenienza dalla linea ferroviaria ed in particolar modo dalla stazione dove i treni fermano e ripartono che dalla non molto lontana superstrada Me-Bo.”

Urzì’ ed Oliveri richiedono alla Provincia l’adozione di tutti quegli accorgimenti che possono contribuire a mitigare l’inquinamento acustico. Barriere a protezione delle abitazioni  dai rumori provenienti dalla superstrada e dal sedime ferroviario ed  asfalto fonoassorbente in Me-Bo sono gli interventi richiesti a tutela della qualità della vita dei residenti di Casanova.