Il consigliere provinciale dell’Alto Adige nel cuore – Fratelli d’Italia Alessandro Urzì ha presentato oggi un’interrogazione al Presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher per avere chiarimenti riguardo ai cartelli in tedesco sovrapposti a quelli bilingui alla stazione della “Vecia Ferovia” di Doladizza.

Urzì ha chiesto di sapere come e con quale tempistica ci si intenda attivare per ripristinare la segnaletica originale e bilingue, se non si ritenga che nel 2019 non ci dovrebbe essere ancora qualcuno che si senta in diritto di cancellare i toponimi dell’altro gruppo linguistico, perpetrando un affronto nei confronti di tutti coloro che amano questa terra e cercano armonia, non contrapposizioni e se si ritenga opportuna una precisa e delineata presa di posizione da parte della Giunta provinciale per evitare che questi episodi abbiano a ripetersi.

L’elenco degli episodi di mancato rispetto del bilinguismo – ha commentato il consigliere Urzì – si fa ogni giorno più lungo. Non più casi isolati, ma provocazioni continue, quotidiane. Veri e propri gesti di sfida di sfida verso la Comunità di lingua italiana di questa Provincia, ma anche una silente operazione di pulizia linguistica.